Il nervo Vago e le sue connessioni

Il nervo Vago e le sue connessioni

  • Acufeni/cefalee/vertigini
  • Bruciori di stomaco/reflusso/nausea
  • Cervicalgia/mal di schiena e disturbi dell’ATM
  • Difficoltà di digestione/costipazione/stipsi
  • Alterazioni pressorie e aritmie cardiache

Qual’è il responsabile di questi problemi??

Il nervo vago (X paio dei nervi cranici) possiede molteplici funzioni e nel suo decorso può andare incontro a compressioni e stiramenti afisiologici tributari di svariati quadri patologici. Tra le sue funzioni  più significative:

  • Controlla muscoli scheletrici, come i costrittori faringei e i muscoli della laringe
  • E’ responsabile di frequenza e pressione cardiaca (neurovegetativo)
  • Controlla la peristalsi gastrointestinale, la sudorazione e alcuni movimenti della bocca, inclusi i muscoli del parlato e della respirazione
  • Controlla tutta la muscolatura liscia, in particolare innerva l’intestino
  • Stimola la produzione dell’acido gastrico e regola i movimenti compiuti dallo stomaco e dall’intestino durante la fase digestiva.

In un’ottica osteopatica diventa quindi prioritario “liberare” il nervo, in tutto il suo percorso, dalle costrizioni che potrebbe incontrare attraversando il foro giugulare, i muscoli SCOM del collo, il mediastino, l’orifizio esofageo diaframmatico. Anche in questo caso un’alimentazione non corretta può innescare una reazione inversa che, partendo da stomaco, intestino o esofago, vada ad irritare il Vago aprendo la via ai summenzionati esiti clinici.

Chiudi il menu
WhatsApp chat